Sicurezza a Magenta, i mega risultati raggiunti dall’assessore smontati uno dopo l’altro (VIDEO)

Vantarsi di risultati mai ragigunti o, addirittura, raggiunti da altri. Il volantino che è stato recapitato anche alla sede de La Nuova Italia, ci ha lasciati senza parole. L’assessore alla Sicurezza uscente sbandiera di tutto e di più, quando la realtà è ben diversa da quella che ci propone. Anzitutto le 60 telecamere, quante di queste sono funzionanti? Il posto di Polizia locale all’ospedale Fornaroli? Caro assessore, dica la verità. Mette in grassetto la parola apertura perché lo ha aperto per poi rendersi conto che era inutilizzabile a quello scopo vista la carenza di personale. E vogliamo parlare dell’operazione anti droga con Robecco e Trecate? Assessore, suvvia. Va bene tutto, ma non vantarsi di risultati raggiunti da altri. Quell’operazione è stata organizzata tutta a Robecco. Una parola sul numero veloce. È il numero corto che tutti abbiamo imparato e facilmente memorizzabile, ovvero il 112. Non ne servono altri. Crea confusione e basta. Auto rubate rintracciate grazie ai varchi? Ci dica un po’ i numeri assessore, perché con quei varchi si fanno solo sanzioni per i documenti scaduti (revisione nella maggior parte dei casi) questo vale per Magenta e per i dintorni. Il Daspo Urbano è previsto dal nuovo regolamento.

È stato inserito qualche articolo nuovo che consente di fare il Daspo urbano (di 48h) alle persone moleste. Si viene allontanati non dalla città ma dal luogo dove si creava disturbo (esempio: stazione FS, Ospedale, Capolinea Bus ecc ecc). In buona sostanza “inutile” perché per le cose serie esiste “il foglio di via” della Questura che ovviamente ha un iter più complesso, ma se approvato allontana una persona da 1 a 3 anni dalla città (ma devono esserci motivazioni serie e documentate!). Natale Sicuro? Sono qualche ora di straordinario e francamente citarlo come eccellente risultato è ridicolo e poi si sono sempre fatti i servizi in borghese. Sulle auto e sulle moto quelle in dotazione alla Polizia locale di Magenta sono le più scadenti del territorio. Acquisti al ribasso, ovvero pessima qualità. Ci chiediamo come mai il comune capofila del Patto locale ha il parco auto più scarso. 

A Robecco si gira in Audi, a Marcallo in Volvo e Subaru, a Boffalora in Jeep Renegade e ci fermiamo. Ampliamento del patto locale: ma se dei comuni chiedono l’annessione il merito è di Magenta?! Caro assessore si vanti di meno e faccia di più per la sicurezza…

Redazione Magenta

Read Previous

Pini enormi, ghiaia per rattoppare le buche, manutenzione al cimitero di Magenta assente (VIDEO)

Read Next

La Nuova Italia augura buon lavoro al (quasi) nuovo Sindaco Luca Del Gobbo e promette: “Anche noi daremo il nostro contributo per Magenta”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »