Lentezze burocratiche del Comune di Magenta, da tre mesi ha chiesto la residenza e nessuno risponde (VIDEO)

Sono ancora le lungaggini del Comune di Magenta ad essere sotto la lente di ingrandimento del movimento La Nuova Italia. Troppi i problemi che vengono segnalati, praticamente ogni settimana, al movimento. Questa volta ci siamo occupati del caso di Khizer che ha presentato una richiesta di residenza che giace all’Ufficio Anagrafe del Comune di Magenta dallo scorso mese di ottobre e ad oggi non c’è stata alcuna risposta. In effetti il Comune, dopo le rimostranze de La Nuova Italia, ci ha inoltrato una risposta adducendo una serie di motivazioni che spiegano questi ritardi, che pubblichiamo integralmente. Abbiamo chiamato Khizer dalla sede de La Nuova Italia e ci ha risposto in videochiamata.

“Da qualche mese vivo a Magenta e il 18 ottobre dello scorso anno ho presentato domanda di residenza – dice – sono passati tre mesi esatti e non ho avuto riscontro. Capiamo il periodo non certo favorevole con Il Covid che complica la vita, ma ci sembra davvero che sia passato troppo tempo”.

Khizer, prima di trasferirsi a Magenta ha vissuto a Magnago, ma in precedenza ha sempre vissuto a Magenta. Quindi sulla sua famiglia sono già stati espletati tutti gli accertamenti istruttori previsti dalla legge. “Ho inoltrato una mail con tutta la documentazione che mi hanno richiesto e speravo, quanto meno, arrivasse una spiegazione da parte loro di un possibile ritardo – continua – Recarsi in Comune è difficile con gli appuntamenti previsti in questo periodo e anche a telefonare difficilmente si riesce ad avere un riscontro. Chiedevo semplicemente se mancasse della documentazione. Mio papà si è recato in Comune tre settimane fa e gli è stato detto che sapevano della pratica, ma al momento dovevano sbrigare quelle precedenti”.

I disagi ci sono. In questo momento Khizer risulta essere residente ancora a Magnago. E questo non è certo l’unico caso.

“Quella di Khizer è la conferma che a Magenta esistono dei problemi negli uffici comunali – commenta Munib Ashfaq, segretario de La Nuova Italia – terremo sotto controllo queste problematiche e quella di Khizer in particolare. Spesso ci dicono che i problemi derivano da dati invertiti, ma non è questo il caso. Ci dicono, inoltre, che se trascorrono 45 giorni senza avere risposta si intende che la domanda è stata accolta, chiedimo se è così anche per Khizer”.

Redazione Magenta

Read Previous

Ex Novaceta, come procedono i lavori? Munib: “Ci risulta siano partiti, è vero?”

Read Next

Concessa finalmente a Khizer la residenza a Magenta. Munib: “Continueremo a vigilare su queste vergognose lungaggini”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »